a taste of Whisky, il video

..ed eccoci qui con un nuovo resoconto di viaggio nella verde e bianca Scozia, divertitevi e buona visione!!


a dunnottar non si vola più


le femmine godono sempre dei soprusi alla tecnologia
Questo paese ha leggi rigidissime che limitano la libertà personale, quella degli altri e dei propri accompagnatori, siano essi animali, umani o esseri tecnologici!
Eh si caro lettore che strabuzzi gli occhi dinanzi a tale affermazione, eppure oggi al castello di Dunnottar, dove ricordo chiaramente che gli unici divieti erano quelli di non tuffarsi dalla scogliera e non tirare con la fionda ai gabbiani, un cartello nero su bianco riporta: "se vi becchiamo con un drone vi denunciamo".
Tra 40 anni cosa si inventeranno, "se vi becchiamo col teleprasporto vi denunciamo, dovete farvela a piedi!"???
Sarà che sono particolarmente affezionato al mio drone, detto anche dronino, ma accedere ad un luogo che non chiede altro di essere ripreso con qualsivoglia telecamera, e non poterci volare attorno, mi turba assai! Fattostà che anche in Scozia volano i drone, ed oltre a questo il castello, come alla mia prima visita di 8-9 anni fa, mantiene il suo fascino vetusto e diroccato sulla rupe.

Proseguiamo quindi per il castello di Glamis, che al contrario di anni fa mi lascia senza troppe emozioni, se non fosse per il filetto di salmone che mi mangio proprio all'entrata e la solita guinness che scende sempre giù con piacere, e maciniamo chilometri fino ad Edimburgo dove ci aspettano Tom e famiglia nel loro centralissimo appartamento, prenotato con airbnb che sembrerebbe essere proprio una bella alternativa ai soliti booking.com etc etc!

Brilli per la testa a Dufftown

degustazione alla distilleria Glenfiddich


Fergus Simpson mi ha fatto sorseggiare parecchio scotch wisky oggi, dalle vasche di fermentazione fino alle botti di invecchiamento, dove carotaggio dopo carotaggio ci ha fatto bagnare il dito nelle sonde per assaggiare il biondo nettare delle highlands scozzesi!
Dopo attenta analisi olfattiva pure l'indovinello su quale whisky fosse invecchiato in botte di cherry o di bourbon ci ha fatto, per arrivare infine alla scelta del nostro whisky personale da imbottigliare ed etichettare. 58 gradi di pura bontà, visto che ai partecipanti al "pioneer tour" della distilleria Glenfiddich è riservato un single malt non tagliato con acqua, come viene invece fatto per i whisky destinati alla grande distribuzione.
Per la prima volta faccio anche una degustazione con vari tipi di alimenti abbinati alla diversa qualità di whisky, dal salmone per quello invecchiato 12 anni al formaggio per quello invecchiato 22, passando per la crème brulè da abbinare agli invecchiati in botti di cherry, e quindi più dolci.
Fortuna che prima di iniziare il tour avevo ingerito un panino, o tutto quell'alcool mi avrebbe debilitato per il resto della vacanza!
Da Dufftown ci spostiamo ad un paesino vicino Stonehaven, dove incontriamo Franco nel suo ristorante italiano costruito 50 anni fa, che oltre ad offrirci la cena ci racconta degli anni passati tra Brindisi ed il Regno Unito, dei suoi figli e delle sue tre mogli, e di come vorrebbe tornare in Italia dove trascorrere la vecchiaia.
Ma si è fatto tardi e la guesthouse ci aspetta, per cui salutiamo il nostro nuovo amico e ci dirigiamo sud, sul mare e sulla strada che ci porterà ad Edimburgo.